Ecco come ci controllano con lo STREAMING

Streaming, Algoritmi e frequenze

Streaming, Algoritmi e frequenze: il Professor L.Darai fa una scoperta sensazionale

San Bernardino, CA l’ingegnere aerospaziale e fisico Professor Luke Darai, di origini Italiane, ha scoperto come il nostro cervello viene continuamente influenzato da stimoli esterni, come la musica in streaming. È ormai noto come le maggiori piattaforme di musica usino sofisticati algoritmi, volti a indirizzare la nostra attenzione e a prevedere le nostre scelte. Il prof. Darai, fa sapere tramite il suo blog di aver fatto una scoperta quantomeno insolita. Le frequenze tra gli 80 e gli 8000 Hrz (quelle maggiormente udibili dall’essere umano) sarebbero in grado di influenzare il nostro umore, la nostra concentrazione, e le nostre scelte quotidiane; rendendoci quindi più vulnerabili.

Streaming, Algoritmi e frequenze: grafico rumore rosa

Potrebbe essere questo uno dei motivi per il quale quando siamo tristi o giù di corda, tendiamo ad acquistare più prodotti o servizi compulsivamente quasi a voler colmare un vuoto.